Matteo Fiore

CIAO. SONO MATTEO.

Web-entrepreneur. Marketer. Shopify Lover. 

In segreto provo a conquistare il mondo. Segui le mie avventure nel mio Diario digitale.

Matteo

Matteo Fiore. Classe 95′. Nato in un paesino in provincia di Bari. Ho vissuto fino a poco tempo fa a Lecce. Ora mi puoi trovare nella bellissima Firenze.

Esploratore e avventuriero per natura.

Odio accontentarmi. Odio fermarmi dove si fermano gli altri. Odio lo status quo.

Molti mi considerano un pazzo. Pochi un grande compagno di avventure. Leggi qualche riga e decidi da che parte stare.

SKILLS

FB-Advertiser

Shopify-Entrepreneur

Funnel-Hacker

APPARSO SU:

DICONO DI ME…

tranquillo, sono stati tutti profumatamente pagati per queste parole

Sei uno scrollatore compulsivo? Vuoi arrivare subito al modulo di richiesta di collaborazione? Ho pensato anche per te. Qui un riassunto del mio modo di vedere il business:

Odio i guru. Se vuoi possiamo collaborare perché amo l’avventura e sono dipendente dai nuovi stimoli.

Hai bisogno di consulenze per la SEO e le Google ADS? Mi dispiace… posso fare ben poco per te.

Hai bisogno di collaborazione per le FaceBook Ads e Shopify? Questo è il posto perfetto per te.

Ora hai due scelte, scrollare in basso o lasciare che mi presenti meglio:

Bene , se sei qui significa che capire qualcosa di più su di me. Per questo ti ringrazio, iniziamo la nostra chiacchierata!

Voglio essere sincero con te.

Odio i guru. Odio gli esperti. Odio i bulletti del “son arrivato qui. Ora ti tocca sudare e pagare una follia per parlare con me”.

Non è nel mio stile, non lo è mai stato e mai lo sarà.

Cosa c’è di più vile che arrivare ad un certo livello, sedersi sugli allori e pretendere che il successo diventi scontato (qualunque sia la definizione del successo).

 

Sedersi sugli allori. Autoproclamarsi “esperti” e vivere di infoprodotti è la strada preferita dagli “esperti” e dai “guru”.

Il loro obiettivo? Costruire un esercito di marionette accecate e obbedienti. Pronte ad aprire il portafogli per qualche super segreto. “Super-segreto” scopiazzato da qualche blogger americano qualche settimana prima

Questa è ormai una moda, una malattia che ha invaso la rete.

 

 

 

Io ho il mio “modus operandi”. Un approccio al business, alla vita e alla mia crescita molto diverso. Si può riassumere in questa bellissima citazione del grande Michelangelo su punto di morte:

 

Sto ancora imparando.

 

Era il migliore nel suo campo. Probabilmente il migliore in assoluto. Una delle punte di diamante che l’umanità abbia mai partorito.

Poteva fermarsi. Poteva sedersi sugli allori. Poteva autoproclamarsi esperto già a metà della sua carriera. E invece no.

Poco prima di morire il suo pensiero è ancora uno: migliorare ulteriormente. Studiare. Testare. Sperimentare.

 

 

 

 

Ricercare. Non accontentarsi. Cercare di andare oltre. Testare, studiare nel modo più creativo possibile ciò che cattura la mia attenzione. Questo è ciò in cui credo. Questo è ciò che faccio. Questo è ciò per cui combatto.

 

Ho creato questa pagina per un semplice motivo: esplorare, crescere e migliorare grazie alla tua richiesta di collaborazione.

 

 

Non riesco a stare fermo. Non posso fare a meno di nuovi stimoli. Sono dipendente dalla sfida. Se pensi che le mie competenze possano aiutarti a migliorare/creare il tuo business scrivimi. Sono sicuro che il tuo progetto è molto valido e voglio contribuire a migliorarlo.

Qui non si tratta di semplice teoria. Si tratta di sporcarsi le mani con la pratica. Insieme. Passo dopo passo.

 

Si tratta di far parte di quella razza dei “diversi”.

Siamo quelli che fanno paura. Perché sappiamo che c’è un modo migliore di fare le cose. Sempre.

Perché tu come me, quando ti viene chiesto “te la senti di fare questa follia?” rispondi con un chiaro “si.

Perché tu come me, spesso sei stato deriso. Perché all’inizio i tuoi progetti non funzionavano.

E non funzionavano.

E non funzionavano.

E non funzionavano.

E non funzionavano.

Ma dopo un po’ di tempo… Hai visto chi ha riso alla fine  😉

Nonostante tutti i rischi. Nonostante tutto. Ma almeno amico mio, io e te, cazzo, ci proviamo.

 

Ora se questa fosse una sales latter …. questo dovrebbe essere il momento in cui ti dico cosa so fare. Dovrei pompare il tutto con del sano storytelling. Così ti appiccichi ancora di più schermo. A quel punto saresti cotto a puntino e posso infilarti una consulenza da 500 euro l’ora. Senza garanzia naturalmente.

Ma ripeto: non fa parte di me. Per questo ho deciso di partire da descrivere le cose che non so fare:

 

GOOGLE ADS

Dio me ne scampi. Le ho usate una volta e mezzo. Avevo un costo per interazione così imbarazzante che negli uffici della Google ancora ridono. Naturalmente voglio imparare a usare anche questo strumento. E’ tra le aree che migliorerò il prima possibile, ma per ora sono una capra.

Se avevi bisogno di strutturare il tuo business grazie Google Ads, mi dispiace… non posso aiutarti 🙁

 

SEO

Di male in peggio. Conosco la definizione. Conosco qualche tecnica studiata solo in teoria. Fine.

Se avevi bisogno di una consulenza SEO che ti permettesse di aumentare il traffico nel tuo sito in modo organico… mi dispiace, sei nel posto più sbagliato della rete.

INSTAGRAM

E’ vero. Le mie migliori campagne di advertising avevano traffico Instagram. Ma grazie alle ADS. Se hai bisogno di potenziare in modo organico il tuo profilo Instagram sappi che ho fatto poche decine di test. I risultati sono stati appena soddisfacenti.

Tra tutti i miei punti deboli questo è quello su cui sto investendo più tempo per migliorare.

Instagram è un social straordinario. La sua scalabilità e la possibilità di costruire un asset stabile grazie ad un semplice profilo lo rendono uno strumento unico.  Voglio che faccia parte del mio arsenale il prima possibile. Se stai leggendo queste righe però sappi che se vuoi puntare il grosso del tuo business su una strategia organica su Instagram non posso aiutarti in modo soddisfacente.

Prima di concludere ti faccio una proposta

 

Ti consideri particolarmente bravo in uno di questi 3 campi? Bene! Leggi cosa so fare, magari io ho delle competenze a cui sei interessato. Potremmo decidere di fare qualche Skype per scambiarci le nostre conoscenze.

Una mano lava l’altra e tutte due lavano la faccia!

Credo sia una delle cose più entusiasmanti che due persone possano fare: scambiarsi le conoscenze.

Condividere la propria storia, le proprie esperienze. E’ semplicemente fantastico. Puoi apprendere in poche ore ciò che avresti dovuto imparare in mesi di test.

Hai molta esperienza con le Google ADS, la SEO o Instagram ? Vai nel modulo che sta tra qualche decina di rigo e contattami. Potrebbe uscire fuori una bellissima collaborazione!

Bene, sperando di non aver perso tutti i lettori ti dico in cosa posso aiutarti:

FB advertising

Tra tutte le fonti di traffico è quella che ho usato di più. Naturalmente ancora oggi scopro tantissime funzioni che prima avevo sottovalutato o ignorato. La gestione inserzioni di Fb ha la particolarità di avere le funzioni più utili a portata di mano, per questo passano inosservate.

Se hai bisogno di qualcuno che si sia spaccato la testa a furia di test su Fb, beh … eccomi qui! Posso esserti di grande aiuto.

SHOPIFY

E’ sicuramente la mia punta di diamante. Amo Shopify. Prima di tutto perché è un business a 360 gradi. Tutte le tue competenze in digital marketing hanno applicazione in questo universo. Nulla sfugge ad applicazione su Shopify.

Ho avuto la fortuna di trasformare i miei primi store subito in attività in profitto grazie alle mie vecchie esperienze nel mondo delle affiliazioni. Da quel giorno sto investendo gran parte del mio tempo negli e-commerce basati su Shopify.

Potrei davvero scrivere migliaia di parole sull’argomento. Sarò anche qui schietto: se hai bisogno di qualcuno che abbia macinato molta esperienza, molti test e molti risultati nell’industria dell’e-commerce… Beh sono qui ad aspettare la tua richiesta di collaborazione!

Non vedo l’ora di iniziare con te qualche nuova avventura.

Funnel Hacking

Se FaceBook è la mia fonte di traffico preferita e Shopify la mia punta di diamante… il Funnel Hacking è il mio asso nella manica.

Iniziai per sbaglio a fare Funnel Hacking. Non sto scherzando, per sbaglio. Anzi, nemmeno sapevo esistesse il termine, me lo fece notare un mio caro amico. Ricordo ancora le sue parole “Ah Mattè, figo questo modo di fare funnel Hacking!”. La mia risposta fu semplice: “Funnel che?”.

Sono particolarmente fiero di questa strategia per un motivo molto semplice: l’ho partorita io in modo indipendente. Non che sia una mia esclusiva, sia chiaro, tantissimi marketer fanno Funnel Hacking e molti sono più bravi di me.

Ho creato la mia ricetta, in modo indipendente, senza che nessun “guru” me ne parlasse. Sto lavorando per migliorarla e per ora gran parte dei miei profitti vengono proprio dal Funnel Hacking. Ci tengo sottolineare che fino a questo momento ho letto ben poco di teorico sull’argomento. Tutte le mie competenze di Funnel Hacking derivano direttamente dall’esperienza e dai test.

Spero ti possa essere utile quanto lo è stato per me.

Se reputi che queste competenze ti possano aiutare, mi farebbe molto piacere ricevere una tua email. Non vedo l’ora di iniziare con te questa nuova avventura.

Qui sotto trovi il modulo!


P.S. Fare soldi a palate con internet non è un tema, cerca di essere più specifico.

 

Shopify tips and tricks

Queste informazioni non ti permetteranno di diventare milionario.

Ma se sei nuovo nell’industria dell’e-commerce ti consiglio di leggere queste righe frutto della mia esperienza. Ti risponderò a 7 domande passandoti dei tricks che potrai applicare subito. Se deciderai di rimboccarti le maniche potrai partire tra meno di 10 minuti.

1. MATTEO NON HO CAPITO ANCORA IL PRINCIPIO DI BASE DEL DROP-SHIPPING?

 

 

Spero che questa immagine ti abbia chiarito le idee.

Tu sei il venditore: costruisci lo store e proponi i prodotti.

Nel momento in cui generi una vendita contatti il tuo fornitore che si preoccuperà di spedire direttamente a casa del tuo cliente il prodotto.

That’s it.

Nessun magazzino, nessuna scartoffia. Tu sei il tramite tra il tuo fornitore e il cliente. Il tuo utile deriverà da quante vendite generi meno le spese per comprare il prodotto dal fornitore e le spese del traffico web.

Naturalmente puoi utilizzare un e-commerce per vendere i tuoi prodotti o servizi. Il principio di business cambia, ma l’approccio alla costruzione dello store e dei funnel rimane lo stesso 😀

 

2.PERCHE’ PROPRIO SHOPIFY COME PIATTAFORMA?

 

Questa domanda meriterebbe un post di 10 mila parole. Cercherò di essere sintetico nella risposta: perché è semplice. Shopify è estremamente intuitivo.

Gli sviluppatori sono riusciti a costruire una piattaforma:

  • Molto piacevole graficamente.
  • Bastano pochi click per fare qualunque cosa.
  • Con numerose App che ti permettono di automatizzare ulteriormente il tuo work-flow.
  • Ha integrazioni pronte per praticamente qualunque fonte di traffico o tool online che ti possa venire in mente.
  • Livelli di personalizzazione praticamente infiniti. (Pensa che Tesla ha il suo store online basato su Shopify!)
  • Supporto da 110 e lode. Qualunque sia il tuo problema il supporto in chat è 24H/24 per te. Ho risolto spesso e volentieri molti (fidati, davvero molti ) problemi grazie al loro fantastico customer service.
  • COSTI RIDICOLI. Potrei dirti che avviare un ecommerce con Shopify ha a tutti gli effetti un costo pari a ZERO. Puoi usare questo link per avere un mese gratis. Vai in roi? Perfetto, continui ad usarlo e paghi quei 29 dollari al mese a zio shopify. Non vai in roi? Il 29esimo giorno chiudi la tua baracca. Nessuno ti verrà a cercare per questo 😀

 

 3. DA DOVE POSSO PRENDERE I PRODOTTI DA DROPSHIPPARE?

Hai varie possibilità. Alcuni usano Wish. Altri usano Alibaba. Molti Aliexpress.

Esistono altre alternative, non sto qui a farti un inutile elenco. Gran parte dei Marketer optano per Aliexpress. Il motivo? Tra i vari siti cinesi online è il “più affidabile” e ti permette di scegliere prodotti ad ottimi costi. Ottimi costi si traducano in maggiori margini per te. Ovvero maggiori profitti.

Il top sarebbe Alibaba. Ma lì inizi ad addentrarti in un modello più strutturato. I costi sono ancora più contenuti ma devi comprare grosse quantità di merci. Se sei ancora agli inizi e/o hai un budget limitato ti sconsiglio vivamente di intraprendere questa strada.

Ho detto che Aliexpress è il “più affidabile”. Qui bisogna fare una piccola, e fondamentale considerazione: i venditori veramente affidabili su Aliexpress sono una minoranza. Aliexpress come piattaforma ti da il supporto in caso di problemi di mediare con il tuo venditore, ma oltre quello… STOP.

Un piccolo ostacolo che dovrai superare sarà cercare all’interno di Aliexpress venditori cinesi affidabili. Solo così avrai la certezza di non avere brutte sorprese.

 

4. HO PAURA DEI TEMPI DI SPEDIZIONE, E SE IL PACCO VIENE PERSO?

 

Questa paura deriva proprio dalla scarsa affidabilità di gran parte dei venditori cinesi.

In passato si avevano due possibilità:

1- Usavi shipper internazionali come FedEx. A quel punto il tuo business era morto prima ancora di iniziare. E’ vero, la spedizione è rapidissima e super affidabile. I costi però non sono compatibili con il drop-shipping.

2- Optavi per China Post. Il servizio di spedizione cinese. A quel punto, se ti andava bene i tuoi clienti ricevevano il pacco ( sempre se lo ricevevano ) dopo 50 giorni. Capisci che chiedere ad un cliente di aspettare 2 mesi per riceve un prodotto non aiuta il tuo business.

Costi insostenibili o Spedizioni disastrose.

Fortunatamente è arrivata una via di mezzo!

L’epacket. Frutto di un accordo internazionale tra i paesi più ( e non ) industrializzati della terra permette spedizioni in circa 14-21-30 giorni a costi molto contenuti. Parliamo di cifre introno ai 2-3 dollari.

Questo ha fatto impennare l’industria del drop shipping.

 

Circa il rischio di perdita del pacco voglio essere sincero. A meno che tu non abbia trovato un cinese super affidabile ( è più facile catturare un pokémon leggendario, sappilo ) qualche pacco avrà sempre un problemino. Ritardo , o magari smarrimento. Fortunatamente contattando il supporto Aliexpress puoi mettere pressione al tuo venditore per spedire un nuovo pacco gratuitamente. Ricordati che puoi sempre chiedere refund se la spedizione supera la garanzia del cinese.

A quel punto dovrai solo coccolare il tuo cliente ed evitare che ti chieda subito refund. Magari a prima vista questo rischio può spaventare. All’atto pratico scoprirai che sono una minoranza i clienti che ti creeranno stress.

NOTA BENE-> i venditori cinesi affidabili hanno garanzie sotto i 30 giorni, diffida da quelli pur offrendo epacket danno garanzia a 60 giorni.

TIP-> Considera sempre che alla fine della festa il 10-15% dei tuoi profitti verrà bruciato nei refund. Se il roi non supera il 15% ti sconsiglio di scalare la tua campagna. Aspetta che si ottimizzi ulteriormente e testa altri cross e up sell.

 

 

5. CHE GENERE DI STORE MI CONSIGLIERESTI? DI NICCHIA O GENERALISTA?

Nessuno dei due.

Non puoi di certo creare un nuovo amazon. Non puoi nemmeno creare un e-commerce di nicchia troppo specifico.

Nel caso dello store ultra-generalista perderesti del “sex-appeal” nei confronti dei tuoi clienti. Nel caso dello store di ultra nicchia… Rischi di mandare all’aria tutto il lavoro per la costruzione dello store se quei pochi prodotti che puoi testare non vanno in roi.

 

Ancora una volta la soluzione sta in mezzo.

 

Il mio consiglio è puntare ad un sito che ti permetta di testare varie categorie insieme, mantenendo agli occhi dei tuoi clienti un minimo di credibilità.

In altre parole ti sto consigliando di puntare ad uno store di macro-nicchia.

Vuoi testare scarpe da ginnastica?

Costruisci uno store che abbia come missione la vendita di prodotti sportivi in generale.

Ripeto: se tu costruissi uno store stile amazon perderesti l’attenzione del cliente, risulteresti anonimo. Se ne costruissi uno specifico per quel tipo di scarpa… rischieresti di buttare tutto via appena scopri che il prodotto non va in roi o è poco scalabile.

Costruire uno store di articoli sportivi ti permetterà di testare altri prodotti insieme. Per la gestione della tua offerta userai le collezioni,  per evitare che il tuo cliente si perda tra le tue diverse offerte 😉

 

 

6. E IL TRAFFICO?

Il principale vantaggio di shopify è la libertà d’azione. Libertà che ti viene anche concessa per il traffico.

La mia fonte di traffico preferita sono le FB ADS. In particolare le maggiori soddisfazioni sono venute da Instagram. Ha costi più contenuti e ti permette con più facilità di rendere la tua campagna virale.

Questo non significa che FB debba essere la tua unica fonte di traffico. Google ADS, SEO, Pinterest ect…

Se devi partire… inizia con la fonte di traffico con cui hai più esperienza.

 

7. PRIMA DEL ROI QUANTO DEVO SUDARE?


Dipende dalle tue esperienze pregresse. Io ho avuto la fortuna di vedere il roi alla prima campagna. Ma avevo un passato da affiliate marketer dove avevo ricevuto molti pugni in pancia. Pugni molto forti. Di quelli che ti metto KO per molto tempo se non impari a rialzarti subito. Sicuramente se sei navigato con il digital marketing sarai molto avvantaggiato. In caso contrario dovrai cercare di studiare e testare con costanza. I risultati prima o poi arriveranno.

Il risultato è casuale. La performance no.

Cerca di migliorarti sempre. Cerca di migliorare la tua performance. Magari troverai il tuo primo prodotto in roi dopo 5,10,25 tentativi. A quel punto riavrai i tuoi soldi investiti con gli interessi 😉

 

Spero che questi consigli ti possano aiutare! Grazie mille per il tuo tempo. Ora alzati e fattura!